In Primo Piano

In Primo Piano22/04/2021

Aggiornamento triennale degli albi Giudici Popolari

IL SINDACO

Visto l'art. 21 della legge 40 aprile 1951, n. 287, sul Riordinamento dei giudizi di assise, sostituito dall'art. 3 della legge 5 maggio 1952, n.405;

Visto l'art. 2 della legge 27 dicembre 1956 n°1441 circa la partecipazione delle donne all'amministrazione della giustizia nelle Corti di Assise e nei Tribunali per i Minorenni;

INVITA

tutti i cittadini. non ancora iscritti negli Albi dei Giudici Popolari. che siano in possesso dei requisiti stabiliti dagli artt. 9 e 10 della sopra citata legge, e non si trovino nelle condizioni di cui all'art. 12 della stessa, a presentare domanda per l'iscrizione negli elenchi integrativi dei giudici popolari di Corte d'Assise e di Corte d'Assise d'Appello.

I modelli per la presentazione delle domande sono disponibili sul Sito Istituzionale del Comune

www. comune.pagodelvallodilauro.av.it

Le domande in carta semplice, con allegata fotocopia del proprio documento di riconoscimento in corso di validità, dovranno essere presentate all'Ufficio Protocollo dell'Ente entro e non oltre il 31 Luglio 2021

 

Dalla Residenza Municipale lì.   22/04/2021

                                                                                                                               IL SINDACO

                                                                                                                      Avv. Mercogliano Antonio

 

 Estratto della Legge 10/04/1951, n. 287

Art. 9 Requisiti dei giudici popolari delle Corti di Assise

I giudici popolari per le Coni dl Assise devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

cittadinanza italiana e godimento dei diritti civili e politici:

buona condotta morale:

età non inferiore ai 30 e non superiore al 65 anni;

titolo di studio di scuola media di primo grado.

Art. 10 Requisiti dei giudici popolari delle Corti di Assise di Appello

I giudici popolari delle Coni di Assise e di Appello oltre ai requisiti stabiliti dall'art. precedente, devono essere in       possesso del titolo di studio di scuola media di secondo grado.

Art. 11 Carattere obbligatorio dell'Ufficio l'ufficio di giudice popolare è obbligatorio ed è parificato a tutti gli effetti all'esercizio delle funzioni pubbliche.

Art. 12 Incompatibilità l'ufficio di giudice popolare. Non possono assumere l'ufficio di Giudice popolare.

i magistrati e. in generale. i funzionari in attività di servizio appartenenti o addetti all'ordine giudiziario:

gli appartenenti alle forze armate dello Stato e da qualsiasi organo di polizia. anche se non dipende dallo Stato in attività di servizio.

i ministri di qualsiasi culto e religiosi di ogni ordine e congregazione.                            

In Primo Piano03/03/2021

AVVISO MODALITA' GESTIONE RIFIUTI PER SOGGETTI POSITIVI AL CORONAVIRUS

COMUNICAZIONI AI CITTADINI PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI

IN RELAZIONE ALLA TRASMISSIONE DELL’INFEZIONE DEL VIRUS COVID-19

 

 

Visto il rapido evolversi della situazione epidemiologica, dal carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia e dall'incremento dei casi sul territorio, si rende necessario dare le seguenti precise indicazioni a tutti i cittadini per il conferimento dei rifiuti:

 

Nelle abitazioni in cui soggiornano soggetti positivi al tampone, in isolamento fiduciario o in quarantena obbligatoria, sarà interrotta la raccolta differenziata e tutti i rifiuti domestici, indipendentemente dalla loro natura e includendo fazzoletti, rotoli di carta, teli monouso, mascherine e guanti, saranno considerati indifferenziati e, pertanto, raccolti e conferiti insieme.

 

Per la raccolta, nelle predette abitazioni, si applicheranno, pertanto, le seguenti raccomandazioni:

                    ●  smaltire i rifiuti come faresti con un sachetto di indifferenziata;

     ●indossare guanti monouso per chiudere bene senza schiacciarli ¢on le mani utilizzando dei lacci di chiusura o nastro adesivo;

●utilizzare almeno due sacchetti, uno dentro l’altro o in numero maggiore;

     ●gettare tutti i rifiuti (plastica vetro, carta, umido, metallo e indifferenziata) nello stesso sacchetto per la raccolta indifferenziata;

     ● il ritiro sarà effettuato solo nella giornata del lunedì

    ●Smaltire il rifiuto dalla propria abitazione con le procedure in vigore sul territorio,     esporli fuori dalla propria abitazione

 

dalla residenza Municipale, lì 03/03/2021 

 

 

IL RESPONSABILE

Dott. Nunziante Amato

 

In Primo Piano17/02/2021

SOSPENSIONE ATTIVITA' DIDATTICA IN PRESENZA

ORDINANZA N.21DEL 14-02-2021

OGGETTO: SOSPENSIONE DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE IN PRESENZA FINO AL 27FEBRAIO 2021.

IL SINDACO

PREMESSO CHE:

con Delibera del Consiglio dei Ministri del 31.01.2020 veniva dichiarato e prorogato lo stato di emergenza sul territorio nazionale relativo al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili, sino al 31 luglio 2020 e prorogato con diverse deliberazioni del Consiglio dei Ministri fino al 31 gennaio 2021;

CONSIDERATO CHE:

il Presidente del Consiglio dei Ministri, vista l’evolversi della situazione epidemiologica, il carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia ed incremento del numero dei contagi su tutto il territorio nazionale, ha previsto nel DPCM del 3.11.2020 ulteriore misure stringenti per contrastare la diffusione del nuovo coronavirus assunte in seguito all’analisi dei dati epidemiologici;

VISTO l’Ordinanza 05 dicembre 2020 Ministero della Salute recante “Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19. Modifica della classificazione delle Regioni Campania, Toscana, Valle d'Aosta e della Provincia autonoma di Bolzano”, pubblicata in G.U. Serie Generale , n. 303 del 05 dicembre 2020;

VISTO, precisamente, il disposto dell’art. 1 della detta ordinanza a mente del quale ”cessa l'applicazione  delle  misure  di cui all'art. 3 del decreto del Presidente del Consiglio dei  ministri 3 novembre 2020 e sono applicate le misure  di  cui  all'art.  2  del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 3 dicembre 2020”;

TENUTO CONTOche, con Ordinanza del Presidente della Regione Campania n. 92 del 23/11/2020 è stato previsto che “con decorrenza dal 25 novembre 2020, è consentita la ripresa delle attività in presenza dei servizi educativi e della scuola dell’infanzia (sistema integrato di educazione e di istruzione 0-6 anni) nonché l’attività didattica in presenza della prima classe delle scuole primarie. E’ demandato alle ASL territorialmente competenti il monitoraggio dell’andamento dei contagi e la comunicazione ai Sindaci dei dati di rispettivo interesse. E’ consentito ai Sindaci, sulla base di situazioni di peculiare criticità accertate con riferimento ai territori di competenza, l’adozione di provvedimenti di sospensione delle attività in presenza o di altre misure restrittive. Resta demandata ai dirigenti scolastici la verifica delle ulteriori condizioni, anche relative al personale in servizio, per l’esercizio in sicurezza dell’attività didattica in presenza”;

TENUTO CONTO, altresì, che, allo stato, risultano in valutazione ulteriori e diversi provvedimenti da parte del Presidente della Regione Campania, la cui portata sarà oggetto di successiva ed eventuale valutazione, non potendosi escludere una completa ripresa delle lezioni in presenza;

DATO ATTOche la ripresa delle attività educative in presenza risulta, allo stato,  incompatibile con la situazione epidemiologica registrata a livello locale e dei  Comuni limitrofi, facenti parte dello stesso Istituto Comprensivo, anche considerato lo stato di viva preoccupazione delle famiglie;

TENUTO  CONTOdella necessità di ricorrere al potere contingibile ed urgente allo scopo di contrastare la diffusione dell’emergenza epidemiologica, adottando misure efficaci di contenimento della propagazione del virus a tutela della salute dei cittadini, a fronte dell’incremento dei casi registrati sul territorio;

TENUTO CONTO altresì, delle ordinanze del Presidente della Giunta Regionale della Campania, n. 1 del 5 gennaio 2021, n. 2 del 16/01/2021, n. 3 del 22/01/2021;

LETTA la pubblicazione dell’Unità di crisi dell’11/02/2021 relativa ai dati sull’andamento regionale dei contagi nelle scuole, dalla quale si rileva che le evidenze scientifiche “dimostrano una diffusione del virus nelle fasce di età anche riconducibile alla popolazione scolastica in preoccupante aumento”;

SENTITI i Sindaci dei Paesi limitrofi facenti parte dell’Istituto Comprensivo “N. Pecorelli”;

SENTITAla rappresentanza dei genitori delle varie classi coinvolte, anche al fine di valutare una ipotesi di concreta possibilità di sostenere le lezioni in presenza;

VERIFICATAla preoccupazione ancora attuale circa una ipotesi di svolgimento delle lezioni in presenza da parte dei genitori e, dunque, l’impossibilità, in fatto, di procedere in tal senso;

SENTITO in merito il DIRIGENTE SCOLASTICO, che ha condiviso la decisione di adottare la presente ordinanza;

VISTO l’art. 32 della legge 833/1978 che attribuisce al Sindaco, in qualità di autorità sanitaria locale, competenze in materia di adozione dei provvedimenti a tutela della salute pubblica;

VISTAla legge 689/1981;

Richiamato  il D. Lgs. n. 267/2000 nella parte in cui disciplina le prerogative del Sindaco, ed in particolare l’art. 50 del medesimo decreto;

Visto l’art. 117 del D. Lgs. n. 112/1998 in materia di conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle Regioni ed agli Enti Locali;

O R D I N A

la sospensione delle attività educative in presenza dei servizi educativi  della scuola materna, elementare e media, fino alla data del

27-02-2021

ovvero fino alla scadenza di eventuali successivi provvedimenti del Governo o della Regione Campania;

RACCOMANDA

al Dirigente Scolastico di mantenere il massimo livello educativo mediante uso della didattica a distanza e di ogni altro strumento utile all’uopo;

I N F O R M A

che, a norma dell’art. 3 comma 4 della L. 241/1990, avverso al presente provvedimento, chiunque vi abbia interesse, potrà ricorrere al T.A.R. di Salerno per illegittimità entro 60 giorni dalla pubblicazione o in alternativa proporre ricorso straordinario al Presidente della Repubblica nel termine di 120 giorni.

La presente ordinanza è trasmessa:

1. Al Prefetto di Avellino, all’indirizzo PEC: protocollo.prefav@pec.interno.it;

2. Alla Presidenza della Regione Campania: capo.gab@pec.regione.campania.it;

3. Alla Stazione Carabinieri di Lauro;

4. Al Commissariato P.S. di Lauro;

4. Al Comando Polizia Municipale;

5.All’U. S. R. per la Campania, al1’indirizzo PEC: usp.av@istruzione.it;

6. Al Dirigente Scolastico dell’Istituto “N. Pecorelli” di Pago del Vallo di Lauro.

 

Si pubblichi altresì, all’Albo Pretorio on line.

 

IL SINDACO

Avv. Antonio Mercogliano

In Primo Piano11/01/2021

Bando Servizio Civile 2021

BANDO ORDINARIO DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE

 

Si comunica che è stato emanato il Bando per la selezione di 46.891 operatori volontari da impiegare in progetti afferenti a programmi di intervento di Servizio civile universale da realizzarsi in Italia, all’estero e nei territori delle regioni interessate dal Programma Operativo Nazionale- Iniziativa Occupazione Giovani (PON-IOG “Garanzia Giovani” - Misura 6)

 

Le domande vanno presentate online connettendosi direttamente al sito: www.serviziocivile.gov.it  entro e non oltre le ore 14.00 dell'8 febbraio 2021;

I volontari dovranno seguire la procedura indicata sulla piattaforma www.domandaonline.serviziocivile.it  e, muniti di Carta d’identità, indirizzo e-mail, tessera sanitaria, numero di cellulare, farsi assegnare, se non già in possesso, lo SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

I volontari dovranno scegliere tra i fornitori di SPID e ottenuto il numero accedere alla piattaforma domande online e su tale piattaforma compilare la domanda, previo scelta progetto (con numero di codice progetto) e sede di attuazione con i dati anagrafici e quanto richiesto; vanno usati a tale proposito i dati reperibili sulla scheda sintetica del progetto e quelli del sistema di selezione avendo cura di verificare le tipologie progettuali (Servizio Civile Universale ordinario e Servizio Civile Universale Pon-iog-Asse 6 misura 1 Garanzia Giovani che prevede la partecipazione per i soli giovani in difficoltà economiche, pertanto si prega di visionare con attenzione i requisiti presenti sul bando nazionale); per quanto attiene a questa categoria, oltre alle procedure previste e in considerazione della specifica previsione del progetto, è necessaria una autocertificazione attestante tali difficoltà economiche.

È comunque opportuno collegarsi al sito del SCU sopra indicato e andare al bando dove si trova ogni informazione;  più specificatamente per la domanda, cliccare su risposte a  domande più frequenti (FAQ) e cliccare su “Domande di partecipazione”; in ogni caso nella cartella Bando SCU 2020 troverete gli all. 1, 2 e 3.

Le selezioni saranno effettuate con la pubblicazione della data, del luogo e dell’orario almeno 10 giorni prima sul sito www.nuovadimensione.eu nell’apposita sezione, e i volontari sono obbligati a prenderne visione senza altra comunicazione; la eventuale assenza non giustificata per le cause e nei modi di legge comporta l’esclusione automatica.

Per quanto attiene questa sede. si fa presente che i posti e le sedi di servizio attivate presso questo Ente sono desumibili dalla tabella inserita nel sito dell’ente capofila e che ulteriori informazioni gli/le interessati/e sono pregati di collegarsi al sito www.nuovadimensione.eu cartella “Bando SCU 2020” dove sono visionabili le schede sintetiche dei progetti per tipologia (SCU ordinario e pon-iog), il Bando, il “sistema e i criteri di selezione” approvati dall’Ufficio nella fase di accreditamento, le “linee guida alla compilazione della domanda” e indicazioni su “come affrontare le procedure selettive”.

BANDO ORDINARIO DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE

 

Si comunica che è stato emanato il Bando per la selezione di 46.891 operatori volontari da impiegare in progetti afferenti a programmi di intervento di Servizio civile universale da realizzarsi in Italia, all’estero e nei territori delle regioni interessate dal Programma Operativo Nazionale- Iniziativa Occupazione Giovani (PON-IOG “Garanzia Giovani” - Misura 6)

 

Le domande vanno presentate online connettendosi direttamente al sito: www.serviziocivile.gov.it  entro e non oltre le ore 14.00 dell'8 febbraio 2021;

I volontari dovranno seguire la procedura indicata sulla piattaforma www.domandaonline.serviziocivile.it  e, muniti di Carta d’identità, indirizzo e-mail, tessera sanitaria, numero di cellulare, farsi assegnare, se non già in possesso, lo SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

I volontari dovranno scegliere tra i fornitori di SPID e ottenuto il numero accedere alla piattaforma domande online e su tale piattaforma compilare la domanda, previo scelta progetto (con numero di codice progetto) e sede di attuazione con i dati anagrafici e quanto richiesto; vanno usati a tale proposito i dati reperibili sulla scheda sintetica del progetto e quelli del sistema di selezione avendo cura di verificare le tipologie progettuali (Servizio Civile Universale ordinario e Servizio Civile Universale Pon-iog-Asse 6 misura 1 Garanzia Giovani che prevede la partecipazione per i soli giovani in difficoltà economiche, pertanto si prega di visionare con attenzione i requisiti presenti sul bando nazionale); per quanto attiene a questa categoria, oltre alle procedure previste e in considerazione della specifica previsione del progetto, è necessaria una autocertificazione attestante tali difficoltà economiche.

È comunque opportuno collegarsi al sito del SCU sopra indicato e andare al bando dove si trova ogni informazione;  più specificatamente per la domanda, cliccare su risposte a  domande più frequenti (FAQ) e cliccare su “Domande di partecipazione”; in ogni caso nella cartella Bando SCU 2020 troverete gli all. 1, 2 e 3.

Le selezioni saranno effettuate con la pubblicazione della data, del luogo e dell’orario almeno 10 giorni prima sul sito www.nuovadimensione.eu nell’apposita sezione, e i volontari sono obbligati a prenderne visione senza altra comunicazione; la eventuale assenza non giustificata per le cause e nei modi di legge comporta l’esclusione automatica.

Per quanto attiene questa sede. si fa presente che i posti e le sedi di servizio attivate presso questo Ente sono desumibili dalla tabella inserita nel sito dell’ente capofila e che ulteriori informazioni gli/le interessati/e sono pregati di collegarsi al sito www.nuovadimensione.eu cartella “Bando SCU 2020” dove sono visionabili le schede sintetiche dei progetti per tipologia (SCU ordinario e pon-iog), il Bando, il “sistema e i criteri di selezione” approvati dall’Ufficio nella fase di accreditamento, le “linee guida alla compilazione della domanda” e indicazioni su “come affrontare le procedure selettive”.

BANDO ORDINARIO DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE

 

Si comunica che è stato emanato il Bando per la selezione di 46.891 operatori volontari da impiegare in progetti afferenti a programmi di intervento di Servizio civile universale da realizzarsi in Italia, all’estero e nei territori delle regioni interessate dal Programma Operativo Nazionale- Iniziativa Occupazione Giovani (PON-IOG “Garanzia Giovani” - Misura 6)

 

Le domande vanno presentate online connettendosi direttamente al sito: www.serviziocivile.gov.it  entro e non oltre le ore 14.00 dell'8 febbraio 2021;

I volontari dovranno seguire la procedura indicata sulla piattaforma www.domandaonline.serviziocivile.it  e, muniti di Carta d’identità, indirizzo e-mail, tessera sanitaria, numero di cellulare, farsi assegnare, se non già in possesso, lo SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

I volontari dovranno scegliere tra i fornitori di SPID e ottenuto il numero accedere alla piattaforma domande online e su tale piattaforma compilare la domanda, previo scelta progetto (con numero di codice progetto) e sede di attuazione con i dati anagrafici e quanto richiesto; vanno usati a tale proposito i dati reperibili sulla scheda sintetica del progetto e quelli del sistema di selezione avendo cura di verificare le tipologie progettuali (Servizio Civile Universale ordinario e Servizio Civile Universale Pon-iog-Asse 6 misura 1 Garanzia Giovani che prevede la partecipazione per i soli giovani in difficoltà economiche, pertanto si prega di visionare con attenzione i requisiti presenti sul bando nazionale); per quanto attiene a questa categoria, oltre alle procedure previste e in considerazione della specifica previsione del progetto, è necessaria una autocertificazione attestante tali difficoltà economiche.

È comunque opportuno collegarsi al sito del SCU sopra indicato e andare al bando dove si trova ogni informazione;  più specificatamente per la domanda, cliccare su risposte a  domande più frequenti (FAQ) e cliccare su “Domande di partecipazione”; in ogni caso nella cartella Bando SCU 2020 troverete gli all. 1, 2 e 3.

Le selezioni saranno effettuate con la pubblicazione della data, del luogo e dell’orario almeno 10 giorni prima sul sito www.nuovadimensione.eu nell’apposita sezione, e i volontari sono obbligati a prenderne visione senza altra comunicazione; la eventuale assenza non giustificata per le cause e nei modi di legge comporta l’esclusione automatica.

Per quanto attiene questa sede. si fa presente che i posti e le sedi di servizio attivate presso questo Ente sono desumibili dalla tabella inserita nel sito dell’ente capofila e che ulteriori informazioni gli/le interessati/e sono pregati di collegarsi al sito www.nuovadimensione.eu cartella “Bando SCU 2020” dove sono visionabili le schede sintetiche dei progetti per tipologia (SCU ordinario e pon-iog), il Bando, il “sistema e i criteri di selezione” approvati dall’Ufficio nella fase di accreditamento, le “linee guida alla compilazione della domanda” e indicazioni su “come affrontare le procedure selettive”.

BANDO ORDINARIO DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE

 

Si comunica che è stato emanato il Bando per la selezione di 46.891 operatori volontari da impiegare in progetti afferenti a programmi di intervento di Servizio civile universale da realizzarsi in Italia, all’estero e nei territori delle regioni interessate dal Programma Operativo Nazionale- Iniziativa Occupazione Giovani (PON-IOG “Garanzia Giovani” - Misura 6)

 

Le domande vanno presentate online connettendosi direttamente al sito: www.serviziocivile.gov.it  entro e non oltre le ore 14.00 dell'8 febbraio 2021;

I volontari dovranno seguire la procedura indicata sulla piattaforma www.domandaonline.serviziocivile.it  e, muniti di Carta d’identità, indirizzo e-mail, tessera sanitaria, numero di cellulare, farsi assegnare, se non già in possesso, lo SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

I volontari dovranno scegliere tra i fornitori di SPID e ottenuto il numero accedere alla piattaforma domande online e su tale piattaforma compilare la domanda, previo scelta progetto (con numero di codice progetto) e sede di attuazione con i dati anagrafici e quanto richiesto; vanno usati a tale proposito i dati reperibili sulla scheda sintetica del progetto e quelli del sistema di selezione avendo cura di verificare le tipologie progettuali (Servizio Civile Universale ordinario e Servizio Civile Universale Pon-iog-Asse 6 misura 1 Garanzia Giovani che prevede la partecipazione per i soli giovani in difficoltà economiche, pertanto si prega di visionare con attenzione i requisiti presenti sul bando nazionale); per quanto attiene a questa categoria, oltre alle procedure previste e in considerazione della specifica previsione del progetto, è necessaria una autocertificazione attestante tali difficoltà economiche.

È comunque opportuno collegarsi al sito del SCU sopra indicato e andare al bando dove si trova ogni informazione;  più specificatamente per la domanda, cliccare su risposte a  domande più frequenti (FAQ) e cliccare su “Domande di partecipazione”; in ogni caso nella cartella Bando SCU 2020 troverete gli all. 1, 2 e 3.

Le selezioni saranno effettuate con la pubblicazione della data, del luogo e dell’orario almeno 10 giorni prima sul sito www.nuovadimensione.eu nell’apposita sezione, e i volontari sono obbligati a prenderne visione senza altra comunicazione; la eventuale assenza non giustificata per le cause e nei modi di legge comporta l’esclusione automatica.

Per quanto attiene questa sede. si fa presente che i posti e le sedi di servizio attivate presso questo Ente sono desumibili dalla tabella inserita nel sito dell’ente capofila e che ulteriori informazioni gli/le interessati/e sono pregati di collegarsi al sito www.nuovadimensione.eu cartella “Bando SCU 2020” dove sono visionabili le schede sintetiche dei progetti per tipologia (SCU ordinario e pon-iog), il Bando, il “sistema e i criteri di selezione” approvati dall’Ufficio nella fase di accreditamento, le “linee guida alla compilazione della domanda” e indicazioni su “come affrontare le procedure selettive”.

BANDO ORDINARIO DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE

 

Si comunica che è stato emanato il Bando per la selezione di 46.891 operatori volontari da impiegare in progetti afferenti a programmi di intervento di Servizio civile universale da realizzarsi in Italia, all’estero e nei territori delle regioni interessate dal Programma Operativo Nazionale- Iniziativa Occupazione Giovani (PON-IOG “Garanzia Giovani” - Misura 6)

 

Le domande vanno presentate online connettendosi direttamente al sito: www.serviziocivile.gov.it  entro e non oltre le ore 14.00 dell'8 febbraio 2021;

I volontari dovranno seguire la procedura indicata sulla piattaforma www.domandaonline.serviziocivile.it  e, muniti di Carta d’identità, indirizzo e-mail, tessera sanitaria, numero di cellulare, farsi assegnare, se non già in possesso, lo SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

I volontari dovranno scegliere tra i fornitori di SPID e ottenuto il numero accedere alla piattaforma domande online e su tale piattaforma compilare la domanda, previo scelta progetto (con numero di codice progetto) e sede di attuazione con i dati anagrafici e quanto richiesto; vanno usati a tale proposito i dati reperibili sulla scheda sintetica del progetto e quelli del sistema di selezione avendo cura di verificare le tipologie progettuali (Servizio Civile Universale ordinario e Servizio Civile Universale Pon-iog-Asse 6 misura 1 Garanzia Giovani che prevede la partecipazione per i soli giovani in difficoltà economiche, pertanto si prega di visionare con attenzione i requisiti presenti sul bando nazionale); per quanto attiene a questa categoria, oltre alle procedure previste e in considerazione della specifica previsione del progetto, è necessaria una autocertificazione attestante tali difficoltà economiche.

È comunque opportuno collegarsi al sito del SCU sopra indicato e andare al bando dove si trova ogni informazione;  più specificatamente per la domanda, cliccare su risposte a  domande più frequenti (FAQ) e cliccare su “Domande di partecipazione”; in ogni caso nella cartella Bando SCU 2020 troverete gli all. 1, 2 e 3.

Le selezioni saranno effettuate con la pubblicazione della data, del luogo e dell’orario almeno 10 giorni prima sul sito www.nuovadimensione.eu nell’apposita sezione, e i volontari sono obbligati a prenderne visione senza altra comunicazione; la eventuale assenza non giustificata per le cause e nei modi di legge comporta l’esclusione automatica.

Per quanto attiene questa sede. si fa presente che i posti e le sedi di servizio attivate presso questo Ente sono desumibili dalla tabella inserita nel sito dell’ente capofila e che ulteriori informazioni gli/le interessati/e sono pregati di collegarsi al sito www.nuovadimensione.eu cartella “Bando SCU 2020” dove sono visionabili le schede sintetiche dei progetti per tipologia (SCU ordinario e pon-iog), il Bando, il “sistema e i criteri di selezione” approvati dall’Ufficio nella fase di accreditamento, le “linee guida alla compilazione della domanda” e indicazioni su “come affrontare le procedure selettive”.

 

In Primo Piano05/01/2021

AVVISO RACCOLTA OLIO VEGETALE ESAUSTO

RACCOLTA DIFFERENZIATA

OLIO VEGETALE ESAUSTO

Versare l’olio utilizzato in cucina nell’apposito contenitore consegnatovi, o in un recipiente di plastica o vetro pulito, dopo averlo fatto raffreddare e posizionare.Il contenitore saràritirato dall’azienda specializzata convenzionata con il ComuneMiso”.

Le date previste per il ritiro sono:

18 GENNAIO 2021

15 FEBBRAIO 2021

15MARZO 2021

19 APRILE 2021

17 MAGGIO 2021

21GIUGNO 2021

 19 LUGLIO 2021

 16 AGOSTO 2021

20SETTEMBRE2021

18 OTTOBRE 2021

15 NOVEMBRE2021

20 DICEMBRE 2021

In tale giorno posizioniil contenitore fuori dall’abitazione dalle ore 8,00 alle ore 16,00.

Ogni 5 litri di olio consegnati in regalo uno sgrassatore professionale.

 

 

                Il Sindaco

Avv. Antonio Mercogliano

 

 

In Primo Piano14/12/2020

AVVISO RICONOSCIMENTO AIUTI ECONOMICI

IL SINDACO

EMERGENZA COVID-19

AVVISO PER IL RICONOSCIMENTO DI AIUTI ECONOMICI ALLE FAMIGLIE

VISTA l'Ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile recante "Ulteriori interventi urgenti di protezione civile in relazione all’emergenza relativa al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili”, recante misure e risorse per la solidarietà alimentare, ed in particolare l'articolo 2, che prevede:

….Sulla base di quanto assegnato ai sensi del presente articolo, nonché delle donazioni di cui all’articolo 66 del decreto legge 17 marzo 2020, n. 18, ciascun comune è autorizzato all’acquisizione, in deroga al decreto legislativo 18 aprile 2016, n.50: a) di buoni spesa utilizzabili per l’acquisto di generi alimentari presso gli esercizi commerciali contenuti nell’elenco pubblicato da ciascun comune nel proprio sito istituzionale; b) di generi alimentari o prodotti di prima necessità.

L’Ufficio dei servizi sociali di ciascun Comune individua la platea dei beneficiari ed il relativo contributo tra i nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus Covid-19 e tra quelli in stato di bisogno, per soddisfare le necessità più urgenti ed essenziali con priorità per quelli non già assegnatari di sostegno pubblico ….

VISTA la comunicazione dell'Ambito Territoriale Sociale A6 del 30/03/2020;

Acquisito il consenso dei commercianti locali di tutto il territorio comunale,

ADOTTA

Il presente avviso pubblico per la individuazione dei nuclei familiari in condizione di particolare disagio, per l'assegnazione di buoni da spendere sul territorio comunale per l'acquisto di generi alimentari e di prima necessità.

BENEFICIARI

 

Sono beneficiari i nuclei familiari residenti nel Comune di Pago del Vallo di Lauro.

Sono esclusi i nuclei familiari in cui siano presenti percettori di reddito da lavoro dipendente, nonché i lavoratori autonomi e/o assimilati, che non abbiano visto sospendere e/o chiudere l’attività lavorativa in forza dei provvedimenti statali e/o regionali adottati per l’emergenza COVID-19.

Sono altresì esclusi i nuclei familiari percettori di redditi da pensione di vecchiaia o da posizione di rendita, se superiori ad euro 850,00 (ottocentocinquanta/00) mensili; non sono oggetto di computo le somme percepite a titolo di pensione o altro erogate dall’Istituto di Previdenza Sociale in ragione della invalidità civile dei componenti del nucleo familiare.

Sono, tuttavia, ammessi al beneficio i nuclei in cui sia presente anche un solo percettore di reddito la cui attività lavorativa (dipendente e non) sia stata interessata da chiusura e/o sospensione, laddove le entrate a qualsiasi titolo per il mese di novembre 2020 non abbiano superato la somma di euro 850,00 (ottocentocinquanta/00)

 

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

 

La richiesta sarà formulata entro e non oltre il 17-12-2020 a mezzo PEC ovvero contattando il Comune al numero 081.8250372 (interno 6), previo appuntamento telefonico, con le seguenti modalità:

Il capofamiglia o altro componente del nucleo familiare contatterà il Comune, a questo numero 081 8250372 (interno 6 o 3);

 

La telefonata deve avvenire in orario di ufficio.

 

ISTRUTTORIA DELLE DOMANDE

 

In relazione alle risorse assegnate dal Governo, devono essere individuati i nuclei familiari cui saranno assegnati buoni, di diverso valore nominale, fino a concorrenza del finanziamento.

Il Comune procederà ad effettuare i controlli d’ufficio e/o mediante inoltro delle stesse all’Amministrazione Finanziaria circa le dichiarazioni rese.

I criteri adottati sono i seguenti:

COMPOSIZIONE DEL NUCLEO FAMILIARE:

 

Fino a 2 componenti                        pt. 4;

3-4 componenti                                pt. 6;

5 componenti                                    pt. 8;

Più di cinque componenti                 pt. 10;

 

Per ciascun figlio minore di anni 16 è attribuito numero 0,5 punto.

Per ciascun figlio di età compresa tra anni 2 e anni 6 sono attribuiti numero 1 punto

Per ciascun figlio minore di anni 2 sono attribuiti numero 1,5 punti.

 

PRESENZA DI DISABILI (SUPERIORE AL 66% E/O TITOLARI DI L. 104/1992):

 

Per ogni componente                                   pt. 1,5;

 

GODIMENTO MENSILE DI ALTRI BENEFICI SOCIALI E/O REDDITI;

 

Reddito di cittadinanza (o R.E.I);   

Cassa Integrazione;

Disoccupazione;

Altre forme di sostegno al reddito o aiuto;

Redditi da lavoro;

Altre forme di reddito e/o entrate.

 

Vengono sottratti punti 1 (se il beneficio è > 200,00 euro)

Vengono sottratti punti 2 (se il beneficio è > 450,00 euro)

Vengono sottratti punti 3 (se il beneficio è > 700,00 euro)

 

Assenza assoluta di redditi e/o entrate alla data di presentazione della domanda di tutti i componenti del nucleo familiare per il mese di novembre 2020 = punti 5.

 

Ai nuclei familiari percettori di somma mensile superiore ad euro 600,00 sarà riconosciuto buono spesa comunque non superiore ad euro 150,00, salvo che il nucleo familiare sia composto da 5 o più persone nel qual caso il contributo sarà così distribuito:

Euro 200,00 per 5 componenti;

Euro 250,00 per 6 componenti;

Euro 300,00 per 7 o più componenti.

 

A parità di punteggio sarà data priorità in relazione all’entità dei redditi attualmente percepiti, con precedenza per coloro i quali siano titolari di minori redditi.

Ai soggetti che abbiano titolo per accedere alla graduatoria, nei limiti delle risorse finanziarie e non nella disponibilità dell’Ente, in relazione al dichiarato bisogno alimentare potrà essere assegnato contributo in danaro fino ad euro 150,00 ovvero contributo in alimenti. Laddove le risorse dovessero risultare insufficienti a coprire il fabbisogno si procederà alla riduzione del contributo per i nuclei familiari percettori del contributo nella misura massima.

 

ASSEGNAZIONE DEI BUONI

 

Formata la graduatoria, il personale comunale o della protezione civile consegnerà a ciascun nucleo beneficiario un plico, contenente i buoni, di diverso taglio, il cui valore verrà determinato in relazione al numero complessivo dei beneficiari e rapportato altresì alle risorse disponibili.

 

 SPESA DEI BUONI

 

I buoni possono essere spesi esclusivamente per l'acquisto dei prodotti alimentari, farmaceutici, parafarmaceutici, sanitari, ivi compresi prodotti igienizzanti, presso gli esercizi aderenti che saranno comunicati al momento della consegna.

Al fine di contenere il rischio di diffusione del contagio, occorrendo evitare spostamenti, è fatto obbligo ai cittadini di acquistare negli esercizi commerciali del territorio del proprio comune di residenza.

Gli esercizi "multilicenza" utilizzeranno il buono esclusivamente per i prodotti alimentari, redigendo se del caso un conto separato per altri acquisti effettuati, che non saranno rimborsabili. Sono escluse le bevande alcoliche e superalcoliche. Non è consentita la restituzione, neanche parziale, del controvalore in moneta del buono.

I buoni saranno nominativamente intestati al richiedente; il beneficiario, effettuati gli acquisti alimentari, consegnerà il buono originale al commerciante; il commerciante vi apporrà la data, la firma e gli estremi del documento di identità del beneficiario.

Al singolo buono vanno spillati uno o più scontrini fiscali, fino a raggiungere l'importo nominale.

 

RENDICONTAZIONE DELLE SPESE

 

I commercianti aderenti depositano al Comune la richiesta di rimborso delle somme, anche con più richieste, allegando alla stessa:

Una dichiarazione in cui attestano che i prodotti assegnati siano di esclusiva natura alimentare;

In originale i buoni consegnati dai beneficiari, con i relativi scontrini fiscali spillati;

Gli estremi del conto corrente bancario o postale (IBAN) per ottenere il rimborso.

 

VERIFICHE

 

Le verifiche, anche successive alla fruizione del beneficio, verranno effettuate d'ufficio ai sensi del vigente regolamento comunale, di intesa con i servizi Sociali territoriali dell’Ambito.

La dichiarazione mendace comporta l'obbligo di restituzione del beneficio e la denuncia alla competente autorità giudiziaria.

Gli esercenti che accettino i buoni per acquisti diversi dai prodotti alimentari, che accettino buoni da soggetti diversi dall'intestatario, che restituiscano, anche parzialmente, il controvalore in euro del buono, non avranno diritto al rimborso e saranno sanzionati come per legge.

 

RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO.

 

Il responsabile del procedimento è il Responsabile del Servizo Affari Generali ed amministrativi

Ai sensi delle vigenti disposizioni normative sullo stato di emergenza, il presente avviso ed il relativo procedimento amministrativo restano disciplinati dai principi generali dell'ordinamento amministrativo, anche in deroga a puntuali norme del Codice dei Contratti Pubblici, ai sensi di quanto contenuto nell’OPC n. 658/2020.

Il presente avviso è pubblicato all'albo pretorio on line e sul sito internet del Comune; è altresì trasmesso all'Ufficio di Piano dell'Ambito Sociale, nonché, per opportuna conoscenza, al Comando di Polizia Locale, al Comando Stazione Carabinieri di  Lauro, alla Tenenza della Guardia di Finanza di  Baiano.

Pago del Vallo di Lauro, 11-12-2020

IL SINDACO

Avv. Antonio Mercogliano

In Primo Piano09/11/2020

AVVISO DI INTERRUZIONE ENERGIA ELETTRICA

Vi comunichiamo che l’energia elettrica verrà interrotta per effettuare Iavori sui nostri impianti

Venerdì 13 novembre 2020

dalle ore 09:00 alle ore 13:30

Comune di PAGO DEL VALLO DI LAURO

 

Le vie interessate (intervalli dei civici "da" "a" raggruppati per pari e/o dispari) sono:

v roma 6, 10, 14, 18, da 18b a 20b, da 24a a 24b, 30, da 33 a 35, da 41 a 47, 53, 59, 67,

73, 77, sn

vie liberta da 2 a 6, da 14 a 18a, da 5 a 9, 13, 17, sn, ip, cant

v londra 10, da 3 a 5, da 13 a 15, 19, 23

v parigi da 2 a 2a, 8, 1°4, da 3 a 5, 9

v masseria russo da 5 a 5c

v palmento 24, 17, 25, sn

v masseria sn

In Primo Piano28/10/2020

ORDINANZA CHIUSURA CIMITERO COMUNALE

ROT. N. 3534 /2020

ORDINANZA N. 24  DEL 28-10-2020

OGGETTO:  Emergenza epidemiologica da COVID – 19 – Chiusura temporanea al pubblico del cimitero comunale

IL SINDACO

PREMESSO

che l'Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato l'epidemia da COVID-19 un'emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale;

 che il Consiglio dei Ministri, con deliberazione del 31/01/2020, ha dichiarato fino al 31/07/2020 lo stato di emergenza sul territorio nazionale relativo al rischio sanitario connesso al diffondersi dell’epidemia da COVID-19;

VISTI

Il DPCM 17 maggio 2020, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.126 del 17/05/2020, con il quale sono state adottate “Disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo2020, n.19, recante misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19 e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, recante “ulteriori misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19”, con efficacia dal 18 maggio  al 14 giugno 2020;

il D. L. 30 luglio 2020, n. 83, con il quale lo stato di emergenza è stato prorogato fino al 15 ottobre 2020;

l’Ordinanza del Ministro della Salute del 1° agosto 2020, pubblicata in G.U., Serie Generale, n. 193 del 03 agosto 2020;

il DPCM 7 agosto 2020 con il quale sono state adottate “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19 e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, recante ulteriori misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19”;

Il DPCM 7 settembre 2020 recante “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19 e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, recante ulteriori misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19”.

Il D.L. 7 ottobre 2020 recante Misure urgenti connesse con la proroga della dichiarazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19 e per la continuità operativa del sistema di allerta COVID, nonchè per l'attuazione della direttiva (UE) 2020/739 del 3 giugno 2020, in vigore dall’ 8/10/2020;

PRESO ATTO della circolare del Ministero dell’Interno esplicativa del D.L. 25 marzo 2020, n. 19 in cui viene chiarito, in particolare, che “nell'ambito delle misure di cui all'art. 1, comma 2, le Regioni e i Comuni potranno disporre prescrizioni più restrittive rispetto a quelle statali, esclusivamente nell'ambito delle attività di loro competenza e senza che le stesse possano in alcun modo incidere sulle attività di rilevanza strategica per l'economia nazionale”;

VISTA l’Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale della Campania n. 72 del 24/09/2020, che proroga ed aggiorna le misure di prevenzione già disposte in precedenza, in conseguenza dell’andamento graduale e peggiorativo della carica diffusiva del virus di cui alla rilevazione quotidiana dei dati epidemiologici della Regione Campania;

VISTO il D.P.C.M. del 24 ottobre 2020 recante “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 25 maggio 2020, n. 35, recante «Misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19», e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 luglio 2020, n. 74, recante «Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19”;

CONSIDERATO che i reports dell’Unità di Crisi regionale rappresentano un trend in continuo aumento dei casi di positività al virus nel territorio regionale e che l'esame dei dati epidemiologici dimostra che persiste una trasmissione particolarmente diffusa del virus che, quando si verificano condizioni favorevoli, in particolare relative ad assembramenti di persone, provoca focolai anche di dimensioni rilevanti;

RILEVATO da tutti i citati provvedimenti che l’evolversi della situazione epidemiologica ed il carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia richiedono la piena attuazione delle principali misure volte al contenimento del virus individuate dal Ministero della Sanità;

CONSIDERATO indispensabile continuare ad assumere ogni ulteriore misura di contrasto e di contenimento sul territorio comunale del diffondersi del virus COVID-19;

VISTA l’Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale della Campania n.85 del 26 ottobre 2020 con la quale “E’ dato mandato all’Unità di Crisi Regionale di valutare e proporre, entro il 28 ottobre 2020, di concerto con l’ANCI Campania, le determinazioni eventualmente necessarie in vista della commemorazione dei defunti, nei giorni 1 e 2 novembre”.

RITENUTO che la necessità di continuare a realizzare una compiuta azione di prevenzione impone l’assunzione immediata di ogni urgente misura volta a prevenire, al massimo livello possibile, qualsiasi rischio di contagio e di diffusione del virus, integrando le condizioni di eccezionalità ed urgente necessità di adozione di misure precauzionali a tutela della sanità pubblica, ai sensi del combinato disposto dell'articolo 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978 n 833, dell'articolo 117 del decreto legislativo 31 marzo 1998 numero 112 e dell'articolo 50 TUEL;

DATO ATTO che è stato effettuato il necessario bilanciamento degli interessi pubblici e privati coinvolti attraverso una esaustiva, ragionevole e proporzionata ponderazione e valutazione degli stessi, ritenendo che sia indispensabile assicurare una tutela anticipata del bene primario della salute pubblica, a fronte di interessi di altro tipo;

ACCERTATO  che nell’ultimo periodo si è registrato un avanzamento nella diffusione del virus in ambito regionale e locale e che pertanto si rende necessario adottare temporaneamente misure restrittive a tutela della salute pubblica volte ad evitare situazioni di assembramento in occasione della commemorazione dei defunti che possano contribuire alla diffusione rapida del virus;

VISTO l’art. 117 del D. lgs del 31 marzo 1998 n. 112 in materia di conferimento di funzioni e campi amministrativi dello Stato e delle Regioni e degli Enti Locali

VISTO l’art. 50 del D. Lgs. n.267/2000 (TUEL) e s.m.i.;

ORDINA

Per i motivi di cui in narrativa e che qui si intendono integralmente riportati, in via precauzionale, la chiusura al pubblico del cimitero comunale nei giorni 1 e 2 novembre c.a., fatte salve le disposizioni relative ai funerali come da normativa ministeriale vigente.

 

Salvo quanto disposto nella presente Ordinanza, restano ferme, comunque, le disposizioni statali e regionali vigenti alla data di entrata in vigore del presente provvedimento.

DISPONE

La pubblicazione della presente ordinanza all'Albo Pretorio on line del Comune e sul sito internet istituzionale.

La comunicazione del presente provvedimento:

Alla Prefettura di Avellino;

Alla Regione Campania – Dipartimento della Protezione civile;

Alla Stazione Carabinieri di Lauro;

Al Comando Polizia Municipale di Pago del Vallo di Lauro;

Avverso la presente Ordinanza è ammesso ricorso:

- al Tribunale Amministrativo Regionale, entro il termine di 60 giorni dalla notifica;

- al Presidente della Repubblica, in alternativa, con ricorso straordinario, entro 120 giorni dalla notifica.

                                                                                      IL SINDACO

                                                                                    F.to Avv. Antonio Mercogliano

In Primo Piano27/10/2020

AVVISO ALLA CITTADINANZA

AVVISO ACCENSIONE LAMPADE VOTIVE  per i giorni 1- 2 Novembre 2020

 

IL SINDACO

Rende noto

 

a tutti coloro che vogliono commemorare i propri defunti, mediante l’apposizione di lampade straordinarie,che possono contattare il titolare della ditta IMG Immobile Giuseppe cell: 336476894, al fine di concordare un appuntamento per le richieste del numero di lampade da installare e per la loro messa in opera.

Non sarà consentito l’accesso al Cimitero Comunale a persone sprovviste di mascherine e/o a persone con temperature superiore a 37,5°.

 

         

Il Responsabile del Settore

f.to Avv. Antonio Mercogliano

 

torna all'inizio del contenuto