Ultimenotizie

Ordinanza prevenzione degli incendi boschivi e pulizia fondi incolti nel territorio comunale.

In Primo Piano

Ordinanza prevenzione degli incendi boschivi e pulizia fondi incolti nel territorio comunale.

IL SINDACO quale autorità comunale di protezione civile ai sensi dell’art. 15 della Legge 24/02/1992, n. 225.   RILEVATO che, nella stagione corrente, esistono condizioni climatiche che determinano lo stato di grave pericolosità d’incendio per le zone boscate del Comune di Pago del Vallo di Lauro e sui territori limitrofi, in conseguenza delle condizioni meteo previste per il periodo; VISTO che con  Decreto Dirigenziale n. 123 del 24 giugno 2020 la regione Campania ha dichiarato lo stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi sull’intero territorio della Regione dal 1° luglio 2020 al 30 settembre 2020, disponendo per il medesimo periodo, ai sensi della Legge n. 116 dell’ 11 agosto 2014, il divieto assoluto di bruciatura di vegetali, loro residui od altri materiali connessi all’esercizio delle attività agricole, anche se incolti, degli orti, parchi e giardini pubblici e privati, nonché la combustione di residui vegetali forestali; VISTA la nota prot. 37946 del 30 giugno 2020 trasmessa dalla Prefettura di Avellino - Ufficio Territoriale del Governo – ad oggetto: “Dichiarazione dello stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi sull’intero territorio della Regione Campania dal 1° luglio 2020 al 30 settembre 2020”; VISTI: la legge 21/11/2000, n. 353; il D.L.vo 03/04/2006, n. 152; la legge 06/02/2014, n. 6; il D.L.vo 24/06/2014, n. 91 convertito nella Legge 11/08/2014, n. 116; CONSIDERATA la necessità di effettuare interventi di prevenzione nonché di vietare tutte quelle azioni che possano costituire pericolo di incendio, per la tutela della pubblica incolumità, il pubblico interesse e l’integrità del patrimonio comunale; VISTO il D. L.vo 18/08/2000, n. 267 in materia di ordinanze sindacali contingibili ed urgenti per la prevenzione e la eliminazione di gravi pericoli per la pubblica incolumità;   ORDINA   E’ FATTO DIVIETO sull’intero territorio comunale di bruciare vegetali, loro residui od altri materiali connessi all’esercizio delle attività agricole nei terreni agricoli, anche se incolti, negli orti, parchi e giardini pubblici e privati, nonché la combustione di residui vegetali forestali dal 1° luglio 2020 al 30 settembre 2020; E’ FATTO OBBLIGO a tutti i proprietari, conduttori, detentori, a qualsiasi titolo, di aree confinanti con strade, boschi, abitazioni sparse, centri urbani, strutture turistiche, artigianali ed industriali, di provvedere, con decorrenza immediata, alla rimozione dai terreni di ogni residuo vegetale o qualsiasi materiale che possa favorire l’innesco di incendi e la propagazione del fuoco, nonchè alla pulizia dei fondi da sterpaglie ed altro, idonee a causare una autocombustione con le alte temperature;   OBBLIGA   espressamente, l’osservanza del comma 6 bis, art. 182 del D. L.vo 3 aprile 2006, n. 152 (divieto di bruciatura dei residui vegetali e forestali nei periodi di massimo rischio per gli incendi boschivi);   AVVERTE   che la trasgressione di tale divieto sarà punita a norma dell’art. 7 bis del D. L.vo 18/08/2000, n. 267, ovvero con il pagamento di una somma da un minimo di € 25,00 ad un massimo di € 500,00. Salvo che il fatto non costituisca più grave reato, nel caso di procurato incendio a seguito della esecuzione di azioni di attività determinanti anche solo potenzialmente l’innesco di incendio sarà applicata una sanzione amministrativa non inferiore ad € 1.032,00 e non superiore ad € 10.329,00, ai sensi dell’art. 10 della Legge 21/11/2000, n. 353. Gli importi delle eventuali sanzioni dovranno confluire sul CC postale n. 12039830 intestato al Comune di Pago del Vallo di Lauro - Servizio Tesoreria;   RAMMENTA che durante il periodo di grave pericolosità per gli incendi boschivi sull’intero territorio della Regione Campania è sempre espressamente vietato: accendere fuochi di ogni genere; far brillare mine o usare esplosivi; usare apparecchi a fiamma o elettrici per tagliare metalli; usare motori (fatta eccezione per quelli impiegati per eseguire lavori forestali autorizzati e non in contrasto con le PMPF ed altre norme vigenti), fornelli o inceneritori che producano faville o brace; fumare, gettare fiammiferi, sigari o sigarette accese e compiere ogni altra operazione che possa creare comunque pericolo immediato o mediato incendio; esercitare attività pirotecnica, accendere fuochi d’artificio, lanciare razzi di qualsiasi tipo e mongolfiere di carta meglio note come lanterne volanti dotate di fiamme libere, nonché altri articoli pirotecnici; transitare e/o sostare con autoveicoli su viabilità non asfaltata all’interno di aree boscate, fatta eccezione per i mezzi di servizio e per le attività agro-silvo-pastorali, nel rispetto delle norme e regolamenti vigenti; ad ogni cittadino, di prestare la propria opera in occasione del verificarsi di un incendio nelle campagne, nei boschi o nelle zone urbane e periferiche; a chiunque, nell’avvistare un incendio che interessi o minacci la incolumità pubblica, di darne tempestiva comunicazione ai numeri che seguono, in capo alle richiamate Amministrazioni: 115                       COMANDO PROV.LE VIGILI DEL FUOCO               1515                     REGIONE CARABINIERI FORESTALE CAMPANIA 113                       QUESTURA 112                       ARMA CARABINIERI 081/8250372     COMANDO POLIZIA LOCALE        DISPONE   che la presente Ordinanza venga trasmessa: al Sig. Dipartimento 50 Direzione Generale 18 U.O.D 92 della Regione Campania; alla Prefettura di Avellino; Comando Prov.le VV. FF. Regione Carabinieri Forestale Campania; Commissariato P.S. di Lauro; Comando Stazione Carabinieri di Lauro; Provincia di Avellino - Ufficio Protezione Civile; Comando di Polizia Municipale - Sede.   Le Forze dell’Ordine e la Polizia Municipale sono incaricate del suo esatto e puntuale adempimento.   Contro il presente provvedimento è ammesso ricorso al TAR Campania entro 60 (sessanta) giorni dalla sua pubblicazione, ai sensi della Legge 06/12/1971, n. 1034 o, in alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 (centoventi) giorni, ai sensi del DPR 24/11/1971, n. 1199.   dalla Residenza Municipale, 01/07/2020                                                                                                                                                                 IL SINDACO                                                                                                                                                 Avv. Antonio Mercogliano    

AVVISO IMU 2020

In Primo Piano

AVVISO IMU 2020

Si informano i contribuenti che la Legge di Bilancio 2020 ha abolito a decorrere dal corrente anno la TASI e l’IMU della IUC, prevedendo l’accorpamento in un unico tributo.L’imposta, chiamata “nuova IMU”, in vigore dal 2020, mantiene in linea generale gli stessi presupposti soggettivi e oggettivi, disciplinati dalla normativa vigente nel 2019.Il pagamento dell’imposta avviene in due rate, ossia 16 giugno 2020 per l'acconto e 16 dicembre 2020 per il saldo. Vista l’attuale emergenza Covid-19, al fine di contrastare la diffusione del virus ed evitare assembramenti, Il modello F24 per il versamento dell’acconto  potrà essere ritirato presso gli uffici comunali nel giorno concordato con l’operatore comunale ai seguenti numeri 081/8250372 int.4 poi 2 Per consultare le aliquote della Nuova IMU alla pagina  https://www.comune.pagodelvallodilauro.av.it/  cliccare su Amministrazione Trasparente e poi su Avvisi al pubblico   

AVVISO ALLA CITTADINANZA

In Primo Piano

AVVISO ALLA CITTADINANZA

RACCOLTA DIFFERENZIATA OLIO VEGETALE ESUSTO ANNO 2020 16  MARZO  20 APRILE  18 MAGGIO  15 GIUGNO 20 LUGLIO  17 AGOSTO  21 SETTEMBRE 19 OTTOBRE  16 NOVEMBRE  21 DICEMBRE 

torna all'inizio del contenuto